Spillo - Fans Club West Highland White Terrier Ticino

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Spillo


Spillo - il westino con il megaesofago





Ecco la sua storia:

28.5.12
Arriva un' email in cui ci chiedono aiuto per Spillo.
A causa di una malformazione dell'esofago Spillo vomita dopo ogni pasto nel giardino del condominio. Pertanto i proprietari dopo le pressioni dei vicini hanno preso la decisione di trovare una nuova famiglia per il piccolo.
Purtroppo non è la prima casa che cambia, fino ad un' anno prima si trovava in canile.


Dopo aver trovato una famiglia che lo accogliesse, al 31.5.12 siamo partiti per Fidenza, dove ci hanno portato il dolce Spillo, lui viveva a Ferrara.
Un westie dolce dolce di due anni, durante il viaggio, in braccio a Daniela, si è goduto il paesaggio guardando in continuazione dal finestrino.
Giunti in Ticino ha incontrato la sua nuova famiglia. Il giorno dopo ci siamo recati dal veterinario, dopo aver fatto le radiografie e tenendolo in osservazione per i dovuti esami, ci ha confermato che aveva il megaesofago.
Purtroppo al momento non ci sono grandi cose da fare, chirurgicamente pare non si possa intervenire. Abbiamo introdotto qualche accorgimento; ciotala rialzata, crocchette piccole e cibo umido a piccole dosi e più volte al giorno, tenendolo in piedi per alcuni minuti senza farlo agitare, sperando che non peggiori la situazione.

 
 


14.6.12
Spillo vomita ancora, ma è migliorato dall'inizio, in effetti ha messo su 400 gr, quando è arrivato pesava 5.6 kg, è vispo, furbo, giocherellone e dolcissimo, insomma un un vero westie.


Luglio
La situazione è di nuovo peggiorata, Spillo vomita ancora 5/6 volte al giorno.
Visto che il primo veterinario che lo aveva in cura a Ferrara, dopo la radiografia era del parere di addormentarlo e anche il secondo veterinario dove lo abbiamo portato quando è arrivato in Ticino, non era molto ottimista, abbiamo voluto sentire un altro parere e lo abbiamo portato dalla nostra veterinaria, che in collaborazione con un’altra clinica, ha fatto tutti gli esami del caso a Spillo.
Gli esami in questione sono: il test per la miastenia gravis, radiografie con contrasto, un'endoscopia esofagea e gastrica e nella stessa sede è stato inserito un sondino gastrico per permettergli di alimentarsi bypassando l'esofago. Queste misure e analisi hanno permesso di stabilire la natura del megaesofago di Spillo: congenito e idiopatico (il che significa che non c'é stata una causa fisica o metabolica che l'ha provocato, semplicemente Spillo é nato così). Il sondino doveva fungere da nuova "bocca" e doveva permettergli di alimentarsi senza usare l'esofago per permettergli un'eventuale recupero funzionale, recupero del peso corporeo perso e stabilizzazione in vista di un'eventuale chirurgia.

01.08.12
Purtroppo anche con il sondino, le condizioni di Spillo non sono migliorate, vomita ancora tanto, nonostante il sondino.
Per cui si decide di portarlo in una clinica in Italia per intervenire chirurgicamente, esplorando l’esofago.
Prima di fare questo si effettua una TAC, che non ci da grandi speranze, tutt’altro... se nella prima sede di esplorazione endoscopica avevamo notato una funzionalità residua del terzo distale del esofago, questa minima speranza é svanita: tutta la muscolatura esofagea risulta ora indebolita e compromessa. Il che non ci incoraggia più a continuare oltre.

02.08.12

In accordo con i medici e con la famiglia che lo ha adottato si decide di smettere con le cure e di accompagnare Spillo sul ponte dell'arcobaleno.
Se lo avessimo lasciato vivere, nel giro di poco la situazione sarebbe peggiorata ancora di più, non sarebbe mai guarito, in due mesi aveva già avuto una polmonite ingestis, e sicuramente col tempo ne avrebbe avute altre, sempre più difficili da gestire.
E’ stato fatto tutto quello che si poteva, ma purtroppo non è servito.
CI ABBIAMO SPERATO E PROVATO TUTTI FINO ALL’ULTIMO!!!

Grazie di cuore in primis alla famiglia che lo ha adottato, nonostante le tante difficoltà, se non lo avessero accolto loro, Spillo sarebbe morto magari in un canile senza l’amore di una vera famiglia.

Grazie a tutti i veterinari che lo hanno avuto in cura, ma in particolare ad Anna Bernasconi Studio Veterinario Can e Gat ad Arbedo, che ha fatto di più di quel che dovrebbe fare un veterinario, prendendosi nel cuore il piccolo “teppista”.

Grazie a chi ha dato un contributo finanziario per le cure e a chi ci è stato vicino in questi mesi di speranza.

E soprattutto grazie a Spillo per essere entrato nella nostra vita, sei e resterai un westie indimenticabile, con la tua voglia di giocare e di dare amore.

Non ti dimenticheremo MAI!!!



 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu